Come Progettare una Cucina

Come Progettare una Cucina
Aprile 27, 2020 Architetto a Firenze
progettare una cucina

Come Progettare una Cucina

Da dove partire?

Spesso quando si pensa a come progettare una cucina si parte da due aspetti fondamentali: esigenza pratica e suggestione estetica.

A conti fatti, queste due istanze sono fortunatamente complementari ed una non esclude l’altra.

E’ chiaro che il desiderio di un piano snack, di un’ isola centro stanza o di una colonna torre con doppio forno, non potrà essere esaudito se si ha a disposizione una stanza dalle dimensioni limitate o un piccolo angolo cottura, ma si potrà comunque per progettare una cucina sbizzarrirsi con colori e materiali, senza rinunciare alla funzionalità e alla praticità.

Cucina su misura?

Impropriamente si contrappone il concetto di cucina “standardizzata” con quello di cucina su misura: ogni cucina è su misura, o dovrebbe esserlo. Ogni cucina deve infatti essere pensata e strutturata in base ad esigenze ergonomiche, dimensioni della stanza, rapporti spaziali, posizione di porte, finestre, passaggi, canna fumaria, ecc… .

Una cucina per una sola persona o una giovane coppia avrà senz’altro caratteristiche diverse rispetto ad una cucina per una per una famiglia con due bambini.

Visitate i servizi che Architetto a Firenze può offrirvi per progettare al meglio la vostra cucina (LINK)

Cucina, Open space o angolo cottura?

Negli ultimi anni a seguito delle mutate esigenze abitative – ma anche per il cambiamento degli stili architettonici -, in molte case e appartamenti la cucina e il soggiorno si sono fusi in un unico ambiente.

Pur mantenendo ognuno le proprie caratteristiche funzionali ben distinte sono nati così i famosi “Open Space“.

La necessità di rendere fluido uno spazio formato sostanzialmente dalla somma di due spazi diversi ha portato allo sviluppo di soluzioni filtro, ibride, con elementi di raccordo quali banconi centro stanza e penisole attrezzate.

A causa tuttavia della vetustà del patrimonio edilizio Italiano, spesso abbiamo a che fare con case e appartamenti in cui permane la divisione fra “stanza cucina” e “stanza soggiorno”.

Una cucina aperta sul soggiorno, rispetto ad una chiusa in una stanza, ha i suoi pregi e i suoi difetti, e viceversa. La prima sarà più ariosa, più moderna e luminosa, ma avremo più difficoltà a salvaguardare il soggiorno da odori dovuti a particolari cotture.

Nel secondo caso invece l’ambiente dedicato alla cucina è spesso meno illuminato, non permette di lavorare agevolmente in più di una persona, ma si ha la possibilità di nascondere odori e disordine alla vista del soggiorno, dal resto della famiglia e da eventuali ospiti.

Ogni progetto, ogni appartamento, ogni casa, propone al progettista più soluzioni. Ci si deve muovere valutando tutti questi input per tirar fuori lo spazio nella maniera più funzionale e accogliente possibile.

Tecnologia e innovazione

Negli ultimi anni la tecnologia ha dotato l’ambiente cucina di soluzioni molto innovative per l’utilizzo degli spazi e per  il comfort (guide dei cassetti con sistemi di chiusura soft, ante con chiusura rallentata, cestelli estraibili, armadi e dispense organizzate).

Per non parlare poi di tutti i sistemi di illuminazione integrati che possono cambiare radicalmente l’esperienza di utilizzo.

Grande sviluppo ha avuto anche il mondo dei materiali che si utilizzano in cucina, a cominciare da vari tipi di legno:

    • listellare o agglomerato per le strutture e gli sportelli;
    • laminati, laccature, impiallacciature o vetri per i rivestimenti ;
    • laminati di vario tipo, pietre naturali o sintetiche e gres per i piani di lavoro;

Progettare una cucina significa conoscere a fondo tutti questi materiali, con i loro pregi ed i loro difetti.

La Vita in Cucina

La Cucina è storicamente il focolare domestico, il luogo della vita.

Connotazione non persa, ma forse  un po’ dimenticata negli anni e tornata prepotentemente attuale in questi ultimi tempi. La vita domestica ci ha infatti fatto riscoprire il piacere di cucinare, di usare lo spazio cucina insieme con la famiglia.

Al tempo stesso ci ha però messo davanti tutte le limitazioni che può avere una cucina non progettata come si deve. Piani di lavoro insufficienti, spazi dispensa troppo piccoli o scomodi da raggiungere, elettrodomestici vecchi e mal funzionanti (o tecnologicamente superati e molto dispendiosi dal punto di vista energetico).

Progettare una cucina è un lavoro serio, ricco di dettagli e di attenzioni, che va fatto con passione, insieme a chi la dovrà utilizzare quotidianamente.

Un consiglio? Quando dovrete ristrutturare casa, non tralasciate la progettazione della cucina. Questo è infatti tra i primi aspetti da approfondire e sviscerare, ben prima di ogni altra cosa.

 

 

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Open Chat
1
Close chat
Benvenuto! Premi il tasto INIZIA per avviare una conversazione con noi!

INIZIA